Home
Condizioni generali
Corsi
Comportamento
Articoli
Links
Contatto

Natale... regali... cani...


Il periodo natalizio si avvicina, i cervelli si arroventano per trovare idee regalo sempre più originali, e forse qualcuno sta cullando l'idea di regalare un animale, magari un cane. Spinti dall'inevitabile frenesia del momento, forse non abbiamo il tempo di riflettere a dovere sulle conseguenze di una tale decisione.
E invece vale la pena farlo, poiché le conseguenze possono essere tutt'altro che piacevoli, tanto da chiedersi se il gesto del regalo non rischi di trasformarsi in un tiro mancino….

Possedere un cane è un privilegio, ma è anche un impegno. Un cane necessita di tempo, energia, pazienza, motivazione: siamo sicuri che la persona che sta per ricevere il regalo abbia tempo, energia, pazienza, motivazione da dedicare al nuovo arrivato?

E se così non fosse?

Inoltre, un cane comporta un certo investimento finanziario: siamo sicuri che la persona che sta per ricevere il regalo possa far fronte a tali spese?

E se così non fosse?

Oltre a ciò, un proprietario dovrebbe conoscere almeno i fondamenti del comportamento canino, per essere in grado di comunicare con il proprio cane e di capire ciò che il cane comunica: siamo sicuri che la persona che sta per ricevere il regalo possegga gli elementi necessari per costruire una relazione equilibrata con un cane?

E se così non fosse?

Non ha importanza se la persona a cui si vuole fare il regalo possiede già un cane. Anche se il primo cane Fido è l'animale domestico modello, non è detto che il secondo cane sia come lui; se poi Fido non è la perfezione fatta cane, ci si può ritrovare con qualche problema di troppo.

Anche se la persona ha espresso qualche volta il desiderio di vivere con un amico a quattro zampe, non vuol dire che abbia valutato seriamente la questione. Non possiamo prendere una decisione simile per conto di un altro.

Se la persona è un ragazzino, bisognerà riflettere ancora più seriamente sulle conseguenze del regalo. Crescere in compagnia di un animale può essere un'esperienza arricchente e molto educativa - relazione con l'altro, condivisione, empatia, … -, ma può anche sfociare nella situazione opposta - non rispetto per l'altro (trattare il cane come un oggetto e non come un essere vivente), aggressività (il cane diventa un rivale e non un compagno), responsabilità eccessiva e quindi sensi di colpa ("hai voluto il cane e ora te ne occupi"), ecc. -.

Non abbiamo a che fare con un oggetto di cui possiamo sbarazzarci se non rispecchia le nostre aspettative, ma con un animale che, certo si adatterebbe (chi più, chi meno) alla prossima famiglia (se mai ne trovasse un'altra), ma che subirebbe un trauma.

Eppure, ciò accade continuamente… .

Non è quindi il caso di regalare un animale, senza aver prima analizzato attentamente, insieme con il futuro proprietario, tutti gli aspetti che una tale convivenza comporta.


Abbiamo ancora qualche settimana a disposizione per cercare un'idea alternativa, che potrebbe essere, perché no, un buon libro sui cani o un abbonamento ad una rivista in tema. Offriremmo così l'opportunità alla persona che riceve il regalo di acquisire necessarie conoscenze sul mondo canino, o viceversa di rendersi conto che non è ciò che vuole. Oppure, potremmo anche regalare la connessione ad internet per consultare alcuni ottimi siti esistenti in rete…

… arrivederci al prossimo appuntamento!


Alessandra Bourquin
Copyright (C) 2004-2019 Alessandra Bourquin - All rights reserved